(dal 1972 al 1974)

[...] Tuttavia, anche se immerso nel clima assai severo delle riduzioni formali, l'artista
di tanto in tanto si riconduce ai cieli dell'emozione e stempera il suo fiato lirico nell'evidenza più
nota della realtà: ecco, allora, il gettito improvviso - e incontrollato, si direbbe - di alcune nature morte.
Fitte di elementi e illividite di colore, incastrate e tassellate in un ritmo serrato, ma rinate dalle contrazioni
di una geometria cubista "autre" o ancora linearmente distese nelle distribuite assonanze cromatiche,
ovvero raccolte in quella misura cÚzanniana che risolve l'immagine nella compattezza
degli oggetti, stretti in un unico nucleo figurale. [...]
Carlo Giacomozzi
(tratto da: E. Crispolti, Vincenzo Balsamo, monografia, 1992, pp. 51-52, ed G. Corbelli)


Se sei interessato ad una delle opere esposte clicca qui.
Cliccando sulle immagini sottostanti puoi ingrandirle e leggere la scheda tecnica.


Forme in espansione


Reminescenza cubista


Sul tavolino


Anima contrastata


Natura morta con conchiglia


Fiori nel vaso blue


Volumi composti


Vaso di fiori sul tavolo


Composizione quasi astratta


Natura morta


Elementi


Inizio di scomposizione



Top



Tutte le informazioni contenute in questa pagina sono copyright © 2002-2016
da: Archivio Generale Vincenzo Balsamo - tutti i diritti riservati.
Privacy Policy Statement - - Copyright